• Home
  • News
  • L’impegno di Confida sulla sostenibilità raddoppia.

L’impegno di Confida sulla sostenibilità raddoppia.

A partire dal 2019 – spiega Massimo Trapletti, Presidente di CONFIDA – la nostra associazione non voleva più avere solo una funzione, sia pur molto importante, di stimolo culturale sulla Sostenibilità. Volevamo sviluppare progetti operativi che potessero essere utilizzati direttamente dalle imprese del settore. Così è nato Il progetto RiVending, il ciclo virtuoso di recupero e riciclo degli imballaggi in plastica dei distributori automatici con due diversi contenitori. Grazie a RiVending, che è promosso oltre che da CONFIDA anche da COREPLA e UNIONPLAST, sono stati già installati in aziende, scuole, università e uffici pubblici, in tutta Italia, oltre 13 mila cestini che raccolgono e riciclano la plastica dei distributori automatici, consentendo un risparmio di oltre 1.000 tonnellate di CO2 all’anno” Nel 2023 l’impegno nel vending sostenibile di Confida ha fatto un’ulteriore passo in avanti. “Con la consulenza di EY – continua Massimo Trapletti – abbiamo creato due Task-Force composte da esperti del settore che stanno lavorando per: mappare le tematiche emergenti in tema di sostenibilità e digitale, selezionare i cambiamenti che possono avere un impatto sul modello di business del vending, dare vita a una strategia di settore e a progetti che possano aiutare gli associati nelle transizioni sostenibile e digitale e infine creare un collegamento di questi progetti col PNRR o altri strumenti di finanza agevolata”. In particolare la Task-Force Sostenibilità sta lavorando sui temi del report di sostenibilità, climate change, l’economia circolare e la sostenibilità sociale che nel vending vuole dire anche la creazione di nuove competenze”. Fonte: Quaderno della sostenibilità – Vending Magazine